Logo GH Bianco

Voucher Digitali I4.0 – Lucca

Regione

Scadenza

30/09/2022

Soggetti
beneficiari

Possono beneficiare dell’intervento camerale tutte le imprese che, al momento della presenta­zione della domanda e fino alla liquidazione del contributo, rispondano ai seguenti requisiti:

a)  abbiano la sede legale nella provincia di Lucca;
b)  siano regolarmente iscritte al Registro delle Imprese;
c)  risultino attive alla data di pubblicazione del presente bando;
d)  siano in regola con il pagamento del diritto annuale;
e)  abbiano avuto nell’anno 2021 un volume dei ricavi non superiore a 3 milioni di euro 1;
f)  non abbiano protesti a carico per vaglia cambiari, tratte accettate, assegni;
g)  non si trovino in stato di fallimento, liquidazione, amministrazione controllata, concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
h)  non abbiano in corso contratti di fornitura di servizi, anche a titolo gratuito, con la Camera di Commercio di Lucca;
i)  abbiano provveduto al saldo di somme dovute a qualsiasi titolo alla Camera di Commercio di Lucca;
j)  siano in regola con la normativa europea in materia di Aiuti di Stato;
k)  non abbiano ottenuto la concessione/liquidazione del contributo a valere sul Regolamento Digitalizzazione 2020 e 2021 della Camera di Commercio di Lucca;
l)  non abbiano ottenuto la concessione/liquidazione del contributo su un regolamento PID, in qualsiasi modo denominato, di una qualunque altra Camera di Commercio italiana, negli anni 2020 e 2021;
m)  abbiano presentato un Progetto di Innovazione coerente con le finalità di cui al presente Regolamento.

Presentazione delle domande

Dal giorno 27/04/2022 fino al giorno 30/09/2022.

Intensità agevolazione

L’investimento minimo ammissibile è pari a € 1.000,00, mentre l’importo massimo del contributo erogabile è pari a € 5.000,00. L’agevolazione copre fino al 50% delle spese ammesse ed effetti­vamente sostenute.

Tutte le spese si intendono al netto dell’IVA, il cui computo non rientra nelle spese ammesse, ad eccezione del caso in cui il soggetto beneficiario sostenga realmente ed effettivamente il costo dell’IVA senza possibilità di recupero.

Iniziative
ammissibili

Gli interventi di innovazione digitale finanziati dal presente bando e le relative spese di cui all’Art.7, dovranno riguardare le seguenti tecnologie:

a)  robotica avanzata e collaborativa;
b)  interfaccia uomo-macchina;
c)  manifattura additiva e stampa 3D;
d)  prototipazione rapida;
e)  internet delle cose e delle macchine;
f)  cloud, fog e quantum computing;
g)  cyber security e business continuity;
h)  big data e analytics;
i)  intelligenza artificiale;
j)  blockchain;
k)  soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
l)  simulazione e sistemi cyberfisici;
m)  integrazione verticale e orizzontale;
n)  soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
o)  soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
p)  sistemi di e-commerce;
q)  soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
r)  connettività a Banda Ultralarga;
s)  sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
t)  sistemi fintech;
u)  sistemi EDI, electronic data interchange;
v)  geolocalizzazione;
w)  tecnologie per l’in-store customer experience;
x)  system integration applicata all’automazione dei processi;
y)  tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
z)  programmi di digital marketing;
aa) soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica.

Spese
ammissibili

Ai fini del presente Regolamento sono considerati ammissibili:

a)  servizi di consulenza;
b)  servizi di formazione;
c)  acquisto e locazione (leasing) di beni strumentali e servizi (attrezzature tecnologiche, soft­ware e servizi informatici), funzionali all’acquisizione delle tecnologie/certificazioni previste dal Bando.

Per la locazione (leasing) di beni e servizi si considera ammissibile la spesa riferita alla annuali­tà 2022 (fino ad un massimo di 12 mesi di contratto).

Le spese di consulenza e formazione saranno considerate ammissibili fino al limite massimo del 20% del totale delle spese ammissibili.

Sono da ritenersi compresi, a titolo esemplificativo e non esaustivo, purché afferenti agli ambiti tecnologici di intervento, e purché ricompresi nel progetto di innova­zione, costi per acquisto e locazione di:

  • notebook, PC, tablet, pendrive USB, stampanti, scanner e relativi accessori;
  • apparati orientati alla telematizzazione delle attività: webcam, microfono, altoparlanti, siste­mi integrati per la videoconferenza;
  • tecnologie e servizi in cloud in grado di garantire forme di collaborazione a distanza, incluse spese e contratti per abbonamento a servizi in cloud in modalità “software as a service”;
  • installazione VPN, VoiP, sistemi di Backup / ripristino dei dati e sicurezza di rete;
  • configurazione delle reti e degli strumenti per il lavoro a distanza;
  • software per servizi all’utenza (es. siti web, app, integrazioni con provider, servizi di paga­mento, piattaforme e-commerce e sistemi di delivery);
  • spese per acquisto di strumentazione e servizi per la connettività (es. modem e router Wi-Fi, switch, antenne, escluso dispositivi di telefonia mobile).

Richiedi
informazioni!

Vuoi far crescere il tuo business online?
Contattaci subito.